FANDOM


Malinconia, melancolia, raramente melanconia sono modi diversi di intendere un particolare stato d'animo, nella nostra tradizione viene associata ad una insoddisfazione dello spirito. Esiste infatti una definizione clinica, che risale alla Grecia antica, ma più spesso viene intesa come predominio di un umore nero, una inattività apparente mentre si affollano pensieri che spaziano dalla disperazione, all'attesa dell'ispirazione, alla nostalgia.

Ippocrate-Polibio ce la tramanda come patologia emotiva, associata alla predominanza di uno dei quattro umori, il malinconico, il flemmatico, il sanguigno e il collerico, che permeando il corpo ne determinano carattere e salute. Ad ogni umore era associato un colore, e quello della malinconia era il nero, dovuto alla presenza della "bile nera". E nero è il colore che nei secoli successivi sarà associato alla melanconia: tristezza e timore le caratteristiche manifestazioni della bile nera dominante, che porta all'epilessia se si limita ad attaccare il corpo, alla melanconia se attacca l'intelligenza, curabile con l'elleboro.

L'alchimia recupera nel Rinascimento queste definizioni, dispone i quattro umori in una scala crescente. La Grande Opera alchemica consiste nel trasformare il piombo in oro (l'uomo deve trasformarsi per raggiungere un alto stato spirituale, partendo dallo stato animale che lo governa) e la prima fase della trasformazione corrisponde all'Opera al Nero, ovvero la putrefazione del metallo, il viaggio agli inferi della coscienza, la scoperta del proprio lato oscuro.

Molti dei concetti rinascimentali racchiusi nel termine Melancolia sono evidenti in una delle più note incisioni del tedesco Albrecht Durer, intitolata "Melancolia II". Fra soli/saturni neri, quadrati magici, strumenti scientifici e pipistrelli riposa un angelo (caduto?), forse in procinto di costruire la sua grande opera, comunque in cerca di illuminazione.

Nella letteratura inglese la malinconia ha avuto grande enfasi negli autori della controriforma, e trova il suo campione nella figura dell'Amleto di William Shakespeare e nel Werther di Goethe. Anche la musica inglese inaugura nello stesso periodo un filone malinconico, che come suo rappresentante più noto vede John Dowland, recentemente ripreso anche da Sting in un album del 2006. Anche la musica di Čajkovskij, seppur i brani più noti siano i divertimenti esotici dello Schiaccianoci, permea le sue composizioni di una profonda vena malinconica.

Nell'ambito degli studi sull'arte e la letteratura, il contributo più generale all'analisi della presenza della malinconia/melanconia/melancolia nella cultura è riconosciuto agli studi di Erwin Panofski e Fritz Saxl (Dürers «Melencolia I». Eine quellen und typengeschichtliche Untersuchung, 1923), seguiti da Rudolf e Margot Wittkover (Nati sotto Saturno, 1963) e Jean Starobinski (La malinconia allo specchio. Tre saggi su Baudelaire, 1990).

Il collegamento fra umore nero e disagio mentale ha portato ad associare la melanconia ai fantasmi dell'immaginazione, alla condizione dell'artista, del mistico, di chi è in attesa e in cerca di ispirazione. E comunque porta il discorso della creatività ai margini del dominio controllato dalla razionalità.

In Starobinski la melanconia coglie l'uomo in cerca di un Dio che l'ha abbandonato, ma questo abbandono è anche la condizione necessaria per la ricerca intellettuale, l'essere senza una guida e camminare da soli al confine fra il reale e l'immaginario, col rischio di perdersi. Partendo dalla presenza di questo tema nell'antichità greca è poi Marsilio Ficino che impone l'idea del genio nel Rinascimento europeo: il genio, cui il favore di Saturno concede di cogliere l'essenza della realtà per immagini, immediate, senza dover percorrere i lunghi sentieri dei discorsi razionali. L'irrazionalità diviene soprarazionalità, un mezzo per conseguire prima e più compiutamente gli stessi obiettivi del pensiero razionale.

La malinconia è per eccellenza dark. Ho evitato di addentrarmi in Jung, visto che non lo trovo a me affine.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.